Crea sito
Seleziona una pagina

Si conclude adesso la nostra partecipazione al circolo didattico “Landolina” di Misilmeri dove la nostra presidente è stata chiamata a spiegare agli alunni di tutte le classi come il diritto alla salute, il diritto alle cure, il diritto ad aver facile accesso alle terapie non deve essere appannaggio delle sole categorie abbienti ma tali prerogative devono essere riconosciute e garantite a chiunque perchè povertà e ignoranza sono le principali condizioni di rischio per ogni patologia. Uno Stato che garantisce e tutela i pazienti è uno Stato legale… una scuola che accoglie e include i fragili, trasformando le specificità e le fragilità in punti si forza è una scuola legale!La scuola dovrebbe combattere l’ignoranza, preparare le coscienze e sviluppare senso critico; serve a far sapere che esistono malattie croniche e non dovrebbero essere queste malattie il motivo per cui gli alunni non frequentano e non partecipano alle uscite didattiche. La scuola dovrebbe insegnare a non discriminare ed a rispettare le fragilità e le diversità.
La scuola serve a raccontare la vita, le nostre storie e battaglie quotidiane e la nostra incessante ricerca di una vita normale!
La scuola dovrebbe insegnare il rispetto e come stare a questo mondo!
Al “Landolina” ritorneremo a Settembre per lavorare insieme e portare e realizzare i progetti di ARI-AAA3 onlus, oggi invece ringraziamo il preside, dottore Matteo Croce e tutto il suo gruppo per averci invitato e per gli attestati di stima che abbiamo ricevuto.